Formazione "il FIGLIO dell'UOMO" ARGOMENTO dalla STAMPA QUOTIDIANA

FORMAZIONE

il FIGLIO dell'UOMO

ONLUS - ASSOCIAZIONE CATTOLICA

E-mail: studiotecnicodalessandro@virgilio.it

Siti Internet: http://www.cristo-re.eu ; http://www.maria-tv.eu ;

http://www.vangeli.net ; http://www.mondoitalia.net ;

http://www.web-italia.eu ; http://www.engineering-online.eu;

dal 28 Marzo al 4 Aprile 2010

9a SETTIMANA MONDIALE della Diffusione in Rete Internet nel MONDO de

" i Quattro VANGELI " della CHIESA CATTOLICA , Matteo, Marco, Luca, Giovanni, testi a lettura affiancata scarica i file cliccando sopra Italiano-Latino Italiano-Inglese Italiano-Spagnolo

L'ARGOMENTO DI OGGI

Aderite all"

ORDINE LAICO dei " CAVALIERI del FIGLIO dell'UOMO" per VIVERE il VANGELO, Diventate CAVALIERI del FIGLIO dell'UOMO vivendo la Vostra VITA in FAMIGLIA e sul LAVORO secondo VIA, VERITA' VITA

Bankitalia: cresce il debito pubblico, in calo le entrate fiscali

"Diminuiscono le entrate fiscali dei primi otto mesi dell'anno,che si sono attestate a 250,961 miliardi di euro, il 2,5% in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, aumenta il debito pubblico che tocca un nuovo record ad agosto a quota 1.757,534 milioni di euro, cresciuto di ben 87,731 miliardi in soli dieci mesi rispetto ad ottobre 2008 (1.669,803 milioni di euro).

È il grande capolavoro del governo,che riesce ad aumentare il debito pubblico italiano, che gravava nell'ottobre scorso per 79.514 euro sulle spalle di ogni famiglia, di ben 4.178 euro in soli 10 mesi (417,8 euro mensili),

2009-10-14

Ingegneria Impianti Industriali

Elettrici Antinvendio

ST

DG

Studio Tecnico

Dalessandro Giacomo

SUPPORTO ENGINEERING-ONLINE

 

L'ARGOMENTO DI OGGI

 

Il Mio Pensiero:

DEBITO PUBBLICO ITALIANO

DEBITO TOTALE 10 MESI DA 0TT.2008

INCREMENTO DEBITO 10 MESI DA 0TT.2008

DEBITO 0TTOBRE 2008

INCREM. % DEBITO

1.757,53

87,73

1.669,80

5,25

INCREMENTO TENDENZ. DEBITO TOTALE 12 MESI DA 0TT.2008

INCREM. TENDENZ. DEBITO 12 MESI DA 0TT.2008

1.775,08

105,28

1.669,80

6,30

 

 

 

 

Dal Sito Internet di

per l'articolo completo vai al sito internet indicato relativo al giornale da cui l'articolo è tratto:

2009-10-14

 

CORRIERE della SERA

per l'articolo completo vai al sito Internet

http://www.corriere.it

2009-10-14

 

 

 

REPUBBLICA

per l'articolo completo vai al sito Internet

http://www.repubblica.it/

2009-10-14

 

 

L'UNITA'

per l'articolo completo vai al sito Internet

http://www.unita.it

2009-10-14

Bankitalia: cresce il debito pubblico, in calo le entrate fiscali

"Diminuiscono le entrate fiscali dei primi otto mesi dell'anno,che si sono attestate a 250,961 miliardi di euro, il 2,5% in meno rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, aumenta il debito pubblico che tocca un nuovo record ad agosto a quota 1.757,534 milioni di euro, cresciuto di ben 87,731 miliardi in soli dieci mesi rispetto ad ottobre 2008 (1.669,803 milioni di euro). È il grande capolavoro del governo,che riesce ad aumentare il debito pubblico italiano, che gravava nell'ottobre scorso per 79.514 euro sulle spalle di ogni famiglia, di ben 4.178 euro in soli 10 mesi (417,8 euro mensili), portando così l'onere a 83.692 euro a nucleo famigliare, o se vogliamo semplificare, di 1.462 euro (146,2 euro al mese) sulle tasche di ognuno dei 60 milioni di abitanti, rispetto a 27.830 euro di 10 mesi prima". È il commento dell'Adusbef ai dati diffusi oggi da Bankitalia. "L'enorme massa di debito pubblico poteva essere ridotto, sia utilizzando le dismissioni di oro e riserve della Banca d'Italia (circa 69 miliardi di euro) come hanno fatto tutti i Paesi dell'area euro, che attuando politiche economiche di dismissioni dell'enorme patrimonio del demanio neppure ben censito,o riducendo la spesa pubblica che continua a dilatarsi per finanziare enti inutili, consuete clientele ed il salvataggio Alitalia,il cui costo pari a 3 miliardi di euro a favore dei capitani coraggiosi,è stato addossato alla fiscalità generale - prosegue l'Adusbef - Ma il Governo in tutt'altre faccende affaccendato, invece di adottare azioni concrete di contenimento del debito pubblico,che nonostante i tassi in discesa da parte della Banca Centrale Europea dovrebbe ridursi meccanicamente per i minori interessi, o di adottare azioni di contrasto all'evasione fiscale, ha approvato lo scudo fiscale,una premialità di vantaggio per i disonesti che continueranno a vivere sulle spalle dei contribuenti onesti, a lavare ciclicamente i capitali per la terza volta dal 2001,nella grande lavanderia statale, ad evadere il fisco certi di farla sempre franca".

13 ottobre 2009

il SOLE 24 ORE

per l'articolo completo vai al sito Internet

http://www.ilsole24ore.com

2009-10-14

Bankitalia: debito record

In forte calo le entrate fiscali

13 ottobre 2009

Napolitano: riportare il debito sotto controllo e colmare i ritardi sulla ricerca

Ancora in calo le entrate tributarie

"Dai nostri archivi"

L'allarme di Bankitalia: entrate in calo e debito pubblico record

Bot annuali al minimo storicoA ottobre debito pubblico record

Entrate fiscali: Tesoro, errata la lettura dei dati Bankitalia

Debito pubblico record ad aprile: 1.661 miliardi di euro

Conti pubblici, crescono le entrate, record del debito pubblico

Il debito pubblico sale ancora e tocca un nuovo record ad agosto a quota 1.757.534 milioni di euro. È quanto emerge dal supplemento finanza pubblica del Bollettino Statistico della Banca d'Italia. Secondo i dati di Palazzo Koch, inoltre, le entrate fiscali dei primi otto mesi dell'anno si sono attestate a 250,961 miliardi di euro, il 2,5% in meno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Il dato di agosto di quest'anno non è esattamente confrontabile con quello dello stesso mese del 2008, poiché quest'anno è stata prorogata fino agli inizi di agosto la scadenza per i versamenti relativi a Unico per i contribuenti sottoposti agli studi di settore.

13 ottobre 2009

 

 

 

 

L'Isae rialza le stime Pil Italia

Ue: produzione industriale ok

14 ottobre 2009

Cina: rallenta il calo dell'export "Segno della ripresa globale"

"Dai nostri archivi"

Rallenta la recessione in Europa Calo dei prezzi alla produzione

Isae: nel 2009 Pil -2,5Subject:

Ue: Pil Italia -2el 2009Il deficit sfora Maastricht: 3,8Subject:

Industria, il passo lento della ripresa

Industria, la ripresa tiene il passo

L'Isae rivede al rialzo le previsioni per l'economia italiana nel 2009 e nel 2010. Quest'anno il Pil calerà del 4,7%, in miglioramento rispetto al calo del 5,3% precedentemente stimato dall'Istituto. Nel 2010 il Pil crescerà dello 0,6% (+0,2% previsto in precedenza).

"In sintonia con la dinamica dell'economia mondiale - osserva l'Isae - anche in Italia va concretizzandosi l'uscita dalla recessione. Il positivo andamento della produzione industriale in estate preannuncia il ritorno dell'attività economica su un sentiero positivo nel secondo semestre".

La ripresa "viene trainata dalla domanda estera e dal lento recupero delle componenti della domanda interna", osserva l'Istituto. Su quest'ultime "potrebbero incidere, come fattori di freno, il deterioramento del mercato del lavoro e la maggiore difficoltà/onerosità di accesso al credito".

L'occupazione, misurata in unità standard di lavoro, si riduce del 2,7% quest'anno e dello 0,6% nella media del 2010; il tasso di disoccupazione si attesta quest'anno al 7,6% e si porta all'8,6% il prossimo anno. Per quanto concerne la dinamica dei prezzi al consumo, dopo i minimi toccati in estate "l'inflazione dovrebbe mostrare un profilo moderatamente crescente, con ritmi tendenziali prossimi all'1% a fine anno". Nella media del 2009, l'incremento dei prezzi al consumo si attesta allo 0,8%; nel 2010 all'1,7%.

Sul fronte dei conti pubblici, il rapporto deficit/Pil è stimato del 5,3% nel 2009 e del 5,1% nel 2010; lo stock di debito pubblico in rapporto al Pil, pari al 105,7% nel 2008, risulterebbe del 114,8% alla fine dell'anno in corso e del 117,3% a fine 2010. "Le previsioni - precisa l'Istituto - non includono gli effetti dovuti alle norme sullo scudo fiscale. L'impatto sui conti pubblici dipenderà anche dalle decisioni del governo in merito alla destinazione dei fondi derivanti dalla sua applicazione".

La produzione industriale in Europa. Nell'agosto 2009 rispetto ad agosto 2008 la produzione industriale è diminuita del 15,4% nella zona euro e del 13,5% nell'Ue a 27. Nel confronto con il mese precedente, luglio 2009, i dati destagionalizzati vedono una crescita dello 0,9% nell'area euro e dello 0,6% nell'Ue a 27. A luglio l'aumento era stato dello 0,2% e 0,3% rispettivamente. In Italia +7% in agosto rispetto a luglio: si tratta del tasso di aumento più elevato nell'Eurozona e nella Ue.

Sono le stime pubblicate da Eurostat, l'Ufficio statistico delle Comunità europee. Nell'agosto 2009 rispetto ad agosto 2008, la produzione di beni di consumo non durevoli è diminuita del 4,4% nella zona dell'euro e del 3,0% nell'Ue a 27. La produzione di energia è diminuita del 6,0% e 6,2% rispettivamente. I beni intermedi sono diminuiti del 19,5% nella zona euro e del 18,0% nell'Ue a 27. I beni di consumo durevoli sono diminuiti del 20,6% e 16,4% rispettivamente. I beni strumentali sono diminuiti del 22,3% nella zona euro e del 19,7% nell'Ue a 27.

La produzione industriale è diminuita in tutti gli Stati membri per i quali sono disponibili dati. Le diminuzioni maggiori sono state registrate in Estonia (-27,9%), Lussemburgo (-27,4%), Finlandia (-21,4%) e Svezia (-19,2%), e le minori in Polonia (-2,5%), Romania (-4,4% ), i Paesi Bassi (-6,4%) e Portogallo (-6,6%).

Nell'agosto 2009 rispetto a luglio 2009, la produzione di beni di consumo durevoli è aumentata del 5,3% nella zona dell'euro e del 4,5% nell'Ue a 27. I beni capitali sono cresciuti dell'1,1% e 1,3% rispettivamente. I beni intermedi sono aumentati dello 0,5% nella zona euro e dello 0,6% nell'Ue a 27. La produzione di energia è aumentata dello 0,5% nella zona euro ed è rimasta stabile nell'Ue a 27. I beni di consumo non durevoli sono diminuiti dell'1,3% e 0,7% rispettivamente.

14 ottobre 2009

 

 

 

AVVENIRE

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.avvenire.it

2009-03-13

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA STAMPA

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.lastampa.it/redazione/default.asp

2009-03-13

 

 

 

 

 

LA GAZZETTA del MEZZOGIORNO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/GdM_homepage_03.php?IDCategoria=1

2009-03-13

 

 

 

 

IL GIORNALE

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.ilgiornale.it/

2009-03-13

 

 

 

 

L'OSSERVATORE ROMANO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.vatican.va/news_services/or/home_ita.html

2009-03-13

 

 

 

IL MATTINO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.ilmattino.it/

2009-03-13

 

 

 

 

La GAZZETTA dello SPORT

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.gazzetta.it/

2009-03-13

 

 

 

 

 

CORRIERE dello SPORT

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.corrieredellosport.it/

2009-03-13

 

 

 

 

 

 

L'ESPRESSO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://espresso.repubblica.it/

2009-03-13

 

 

 

 

PANORAMA

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.panorama.it/

2009-03-13

 

 

 

 

FAMIGLIA CRISTIANA

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.italysoft.com/news/famiglia-cristiana.html

http://www.sanpaolo.org/fc/default.htm

2009-03-13

 

 

SORRISI e CANZONI

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.sorrisi.com/sorrisi/home/index.jsp

2009-03-13

 

 

 

 

 

PUNTO INFORMATICO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.italysoft.com/news/il-punto-informatico.html

2009-03-13

 

 

 

 

 

EUROPA QUOTIDIANO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.europaquotidiano.it/site/engine.asp

2009-03-13

 

 

 

 

 

 

 

WALL STREET ITALIA

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.wallstreetitalia.com/

2009-03-13

 

 

 

 

 

 

 

IL SECOLO XIX

http://ilsecoloxix.ilsole24ore.com/

LIBERO

http://www.libero-news.it/

IL MONDO

http://www.ilmondo.rcs.it/

MILANO FINANZA

http://www.milanofinanza.it/

MOMENTO SERA

http://www.momentosera.it/home.php

ITALIA OGGI

http://www.italiaoggi.it/

LA NAZIONE

http://www.momentosera.it/home.php

IL FOGLIO

http://www.ilfoglio.it/

 

IL MANIFESTO

http://www.ilmanifesto.it/

 

 

 

 

 

 

WIKIPEDIA

per l'articolo completo vai al sito Internet

http://www.wikipedia.it

 

GENTE VIAGGI

http://www.genteviaggi.it/

AUTO OGGI

http://www.inauto.com/speciali/autooggi/index.html

QUATTRO RUOTE

http://www.quattroruote.it/

INTERNAZIONALE

http://www.internazionale.it/home/

 

 

ARCHEOLOGIA VIVA

http://www.archeologiaviva.it/

AUDIO REVIEW

http://www.audioreview.it/

IL FISCO

http://www.ilfisco.it/

STAR BENE

http://www.starbene.it/

ABITARE

http://abitare.it/

BRAVA CASA

http://atcasa.corriere.it/

DONNA MODERNA

http://www.donnamoderna.com/home/index.jsp

SECONDA MANO

http://www.secondamano.it/

PC WORLD

http://www.pcworld.it/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FINANCIAL TIMES

http://www.ft.com/home/europe/

EL PAIS

http://www.elpais.com/global/

 

LE MONDE

http://www.lemonde.fr/

THE NEW YORK TIMES

http://www.nytimes.com/

THE WALL STREET JOURNAL

http://europe.wsj.com/home-page

MAIL & GUARDIAN

http://www.mg.co.za/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai alla HOME PAGE

Edito in Proprio e Responsabile STUDIO TECNICO DALESSANDRO GIACOMO

Responsabile Per. Ind. Giacomo Dalessandro

Riferimaneti Leggi e Normative : Michele Dalessandro - Organizzazione, impaginazione grafica: Francesca Dalessandro