Formazione "il FIGLIO dell'UOMO" ARGOMENTO dalla STAMPA QUOTIDIANA

FORMAZIONE

il FIGLIO dell'UOMO

ONLUS - ASSOCIAZIONE CATTOLICA

E-mail: studiotecnicodalessandro@virgilio.it

Siti Internet: http://www.cristo-re.eu ; http://www.maria-tv.eu ;

http://www.vangeli.net ; http://www.mondoitalia.net ;

http://www.web-italia.eu ; http://www.engineering-online.eu;

dal 28 Marzo al 4 Aprile 2010

9a SETTIMANA MONDIALE della Diffusione in Rete Internet nel MONDO de

" i Quattro VANGELI " della CHIESA CATTOLICA , Matteo, Marco, Luca, Giovanni, testi a lettura affiancata scarica i file cliccando sopra Italiano-Latino Italiano-Inglese Italiano-Spagnolo

L'ARGOMENTO DI OGGI

Aderite all"

ORDINE LAICO dei " CAVALIERI del FIGLIO dell'UOMO" per VIVERE il VANGELO, Diventate CAVALIERI del FIGLIO dell'UOMO vivendo la Vostra VITA in FAMIGLIA e sul LAVORO secondo VIA, VERITA' VITA

dai GIORNALI di OGGI

Rapporto regionale sull'Europa

Fmi, l'allarme: i problemi per l'Italia vanno ben oltre questa recessione

Chopra: i problemi vanno oltre la crisi, la produttività è in declino e il Paese perde competitività

Pil italiano stimato in calo del 5,1% quest'anno e in aumento dello 0,2% il prossimo.

2009-10-04

Ingegneria Impianti Industriali

Elettrici Antinvendio

ST

DG

Studio Tecnico

Dalessandro Giacomo

SUPPORTO ENGINEERING-ONLINE

 

L'ARGOMENTO DI OGGI

 

Il Mio Pensiero:

Dal Sito Internet di

per l'articolo completo vai al sito internet indicato relativo al giornale da cui l'articolo è tratto:

2009-10-04

CORRIERE della SERA

per l'articolo completo vai al sito Internet

http://www.corriere.it

2009-10-04

Rapporto regionale sull'Europa

Fmi, l'allarme: i problemi per l'Italia vanno ben oltre questa recessione

Chopra: i problemi vanno oltre la crisi, la produttività è in declino e il Paese perde competitività

MILANO - "I problemi dell'Italia vanno ben oltre questa recessione" e dipendono dal "basso potenziale di crescita" dell'economia. La diagnosi è di Ajai Chopra, vice direttore del Dipartimento europeo del Fondo monetario internazionale. Nel corso della conferenza stampa di presentazione del Rapporto regionale sull'Europa, l'economista ha osservato che "nel corso dell'ultimo decennio" l'Italia ha visto "declinare la produttività, ristagnare i redditi e allargarsi ulteriormente il gap di competitività". Per questo, ha aggiunto, "bisogna agire con molta più forza per affrontare gli impedimenti strutturali alla crescita" che gravano sull'economia italiana.

"RIPRESA SARA' LENTA" - Per quanto riguarda l'Europa, il Rapporto dell'Fmi sottolinea che "la recessione mostra segni di aver toccato il fondo". Ma, aggiunge, la ripresa rimarrà "lenta e fragile". In particolare, le economie avanzate del vecchio continente segneranno quest'anno un calo del Pil pari al 4% per poi tornare a crescere dello 0,5% il prossimo, quelle emergenti perderanno invece il 6,6% nel corso del 2009 per risalire dell'1,7% nel 2010. Tutto ciò a fronte di un Pil italiano stimato in calo del 5,1% quest'anno e in aumento dello 0,2% il prossimo. L'attività economica europea, rileva il Fondo, non potrà far conto sulle esportazioni per rilanciarsi, visto che i consumi americani resteranno stagnanti e l'Asia, seppure in crescita, non colmerà tale gap. E allo stesso tempo bisognerà far fronte alla crescente disoccupazione e alla scarsità di credito.

LE BANCHE E LA POLITICA - Per questo, prosegue l'analisi degli economisti dell'Fmi, "le autorità dovranno concentrare la loro attenzione sulle politiche necessarie ad assicurare una ripresa forte e duratura". Il Fondo invita a proseguire senza indugi la pulizia dei bilanci delle banche: dovrà essere assicurata un'adeguata ricapitalizzazione degli istituti sani e la chiusura di quelli non più recuperabili, avverte il Rapporto. Contemporaneamente "le politiche fiscali e monetarie dovranno sostenere attentamente l'inversione del ciclo senza dimenticare di preparare l'uscita dalle misure straordinarie" messe in campo nel corso della crisi. "Ma in definitiva", conclude il Fondo, "muoversi rapidamente per riparare il danno causato dalla crisi al potenziale di crescita europeo è la cosa più importante. Solo alzando il potenziale di crescita dell'Europa nel lungo periodo potremo metterci per bene la crisi alle spalle".

 

03 ottobre 2009

 

REPUBBLICA

per l'articolo completo vai al sito Internet

http://www.repubblica.it/

2009-10-04

Intervento del presidente del Financial Stability Board a Istanbul

"La recessione sta rallentando e in alcune aree si è fermata"

Draghi, finanza: "Dopo la crisi

necessarie nuove regole"

La polemica sui Tremonti Bond: "Le banche devono avere

un capitale adeguato. Ma poi ognuno decide in base ai propri parametri"

Draghi, finanza: "Dopo la crisi necessarie nuove regole"

Il governatore della Banca d'Italia Mario Draghi

ISTANBUL - "La Bankitalia fa supervisione e le banche devono avere un capitale adeguato". Così il governatore della Banca d'Italia Mario Draghi ha risposto in conferenza stampa a chi chiedeva se per gli istituti di credito sia meglio rivolgersi al mercato o utilizzare i Tremonti bond per reperire i capitali necessari. Draghi ha inoltre ribadito che si intravvede l'uscita dalla crisi mondiale: "La recessione sta rallentando e in alcune aree si è fermata. Ci sono dei piccoli segnali di ripresa, ma sarà una ripresa molto lenta e fragile, con un livello di disoccupazione in crescita ovunque". E a chi paventa un eccesso di regolamentazione per le banche, ha ribattuto seccamente che "è prematuro preoccuparsene", e che comunque "i buchi della regolamentazione saranno chiusi".

Il numero uno di via Nazionale ha comunque anche ricordato come più volte in passato Palazzo Koch abbia esortato le banche a utilizzare i Tremonti bond. Più in generale, Draghi ha osservato che "il compito del supervisore e verificare che la base di capitale soddisfi tutti i requisiti. Poi - ha concluso - si tratta di scelte delle banche che decidono anche in base ai loro parametri".

Quanto al futuro, ha detto il governatore della Banca d'Italia, "Bisogna dissipare l'idea che dopo la crisi tutto continuerà a funzionare come prima. Il mondo è cambiato e le nuove regole sono un punto cruciale".

"Alle banche - ha tagliato corto il numero uno di Palazzo Koch nel corso di una conferenza stampa tenuta in qualità di presidente del Financial Stability Board - dico chè prematuro preoccuparsi per un eccesso di regolamentazione. Daremo tempo al sistema per adattarsi ma non c'è dubbio che il sistema che vogliamo ha meno leva, più capitale ed è più immune dai perversi incentivi che hanno portato alla crisi. I buchi della regolamentazione saranno chiusi".

(4 ottobre 2009)

 

L'UNITA'

per l'articolo completo vai al sito Internet

http://www.unita.it

2009-10-04

 

 

il SOLE 24 ORE

per l'articolo completo vai al sito Internet

http://www.ilsole24ore.com

2009-10-04

 

 

 

 

 

 

AVVENIRE

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.avvenire.it

2009-03-13

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA STAMPA

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.lastampa.it/redazione/default.asp

2009-03-13

 

 

 

 

 

LA GAZZETTA del MEZZOGIORNO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.lagazzettadelmezzogiorno.it/GdM_homepage_03.php?IDCategoria=1

2009-03-13

 

 

 

 

IL GIORNALE

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.ilgiornale.it/

2009-03-13

 

 

 

 

L'OSSERVATORE ROMANO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.vatican.va/news_services/or/home_ita.html

2009-03-13

 

 

 

IL MATTINO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.ilmattino.it/

2009-03-13

 

 

 

 

La GAZZETTA dello SPORT

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.gazzetta.it/

2009-03-13

 

 

 

 

 

CORRIERE dello SPORT

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.corrieredellosport.it/

2009-03-13

 

 

 

 

 

 

L'ESPRESSO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://espresso.repubblica.it/

2009-03-13

 

 

 

 

PANORAMA

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.panorama.it/

2009-03-13

 

 

 

 

FAMIGLIA CRISTIANA

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.italysoft.com/news/famiglia-cristiana.html

http://www.sanpaolo.org/fc/default.htm

2009-03-13

 

 

SORRISI e CANZONI

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.sorrisi.com/sorrisi/home/index.jsp

2009-03-13

 

 

 

 

 

PUNTO INFORMATICO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.italysoft.com/news/il-punto-informatico.html

2009-03-13

 

 

 

 

 

EUROPA QUOTIDIANO

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.europaquotidiano.it/site/engine.asp

2009-03-13

 

 

 

 

 

 

 

WALL STREET ITALIA

per l'articolo completo vai al sito internet

http://www.wallstreetitalia.com/

2009-03-13

 

 

 

 

 

 

 

IL SECOLO XIX

http://ilsecoloxix.ilsole24ore.com/

LIBERO

http://www.libero-news.it/

IL MONDO

http://www.ilmondo.rcs.it/

MILANO FINANZA

http://www.milanofinanza.it/

MOMENTO SERA

http://www.momentosera.it/home.php

ITALIA OGGI

http://www.italiaoggi.it/

LA NAZIONE

http://www.momentosera.it/home.php

IL FOGLIO

http://www.ilfoglio.it/

 

IL MANIFESTO

http://www.ilmanifesto.it/

 

 

 

 

 

 

WIKIPEDIA

per l'articolo completo vai al sito Internet

http://www.wikipedia.it

 

GENTE VIAGGI

http://www.genteviaggi.it/

AUTO OGGI

http://www.inauto.com/speciali/autooggi/index.html

QUATTRO RUOTE

http://www.quattroruote.it/

INTERNAZIONALE

http://www.internazionale.it/home/

 

 

ARCHEOLOGIA VIVA

http://www.archeologiaviva.it/

AUDIO REVIEW

http://www.audioreview.it/

IL FISCO

http://www.ilfisco.it/

STAR BENE

http://www.starbene.it/

ABITARE

http://abitare.it/

BRAVA CASA

http://atcasa.corriere.it/

DONNA MODERNA

http://www.donnamoderna.com/home/index.jsp

SECONDA MANO

http://www.secondamano.it/

PC WORLD

http://www.pcworld.it/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FINANCIAL TIMES

http://www.ft.com/home/europe/

EL PAIS

http://www.elpais.com/global/

 

LE MONDE

http://www.lemonde.fr/

THE NEW YORK TIMES

http://www.nytimes.com/

THE WALL STREET JOURNAL

http://europe.wsj.com/home-page

MAIL & GUARDIAN

http://www.mg.co.za/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Vai alla HOME PAGE

Edito in Proprio e Responsabile STUDIO TECNICO DALESSANDRO GIACOMO

Responsabile Per. Ind. Giacomo Dalessandro

Riferimaneti Leggi e Normative : Michele Dalessandro - Organizzazione, impaginazione grafica: Francesca Dalessandro